Tanca De Su Scusorgiu significa il nascondiglio del tesoro. Il tesoro del presente si chiamano privacy e tranquillità!

-
Prenota on line

Il Paese Fantasma di Gairo Vecchio

La cittadina abbandonata di Gairo Vecchio è il paese fantasma più famoso non solo del territorio ogliastrino, ma dell’intera Sardegna, tanto che diventa ogni anno una delle mete preferite di quei turisti che vogliono qualcosa di diverso dalla solita routine fatta di sole e mare delle spiagge della costa orientale. Il paese fantasma di Gairo Vecchio rappresenta uno dei paesaggi più suggestivi dell’Ogliastra, e la sua storia è fatta interamente di frane e nubifragi, che ne hanno segnato il destino negli anni, tanto che lo stesso nome Gairo, che deriva dal greco, significa letteralmente “terra che scorre”.

Gairo vecchioLa terribile alluvione che colpì la Sardegna nel 1951 non lasciò indenne Gairo Vecchio, con danni tanto ingenti che gli abitanti dovettero decidere di abbandonarlo, per cercare di ricostruirlo in un’altra zona, meno pericolosa. Dall’esodo degli abitanti, che non riuscirono a mettersi d’accordo su dove costruire il nuovo paese, nacquero ben tre cittadine, cioè l’odierna Gairo, che ora sovrasta la vecchia, Taquisara, che oggi è uno dei paesi che ospitano il Trenino Verde della Sardegna, e Cardedu, nata sulla piana nei pressi del mare, e che rappresenta un approdo ideale per il turismo, vista la poca distanza dalle spiagge che compongono la Marina di Cardedu.

Come detto il paese di Gairo Vecchio è una vera attrattiva, con i suoi vicoli abbandonati, le lunghe scalinate, e le case diroccate, con il loro caratteristico colore delle pareti, e quando arrivano le stagioni fredde e si forma la classica nebbia sembra proprio di immergersi in un paesaggio di altri tempi. Naturalmente per la sicurezza personale è severamente vietato entrare nelle abitazioni diroccate, dove ancora si trovano i retaggi della vita passata degli antichi abitanti di Gairo.

Il paese di Gairo Vecchio è stato definitivamente abbandonato nel 1963, diventando il paese fantasma che è oggi, e dal punto di vista archeologico rappresenta uno degli esempi più importanti di come venivano costruite le abitazioni nella Sardegna Medio Orientale. Gairo Vecchio si può raggiungere in poco più di mezzora dai resort di Cardedu, imboccando la statale 125 in uscita dal paese e proseguendo sulla provinciale 28, per una visita in un luogo suggestivo, che ancora oggi porta i segni di una storia tormentata, ma affascinante.