Tanca De Su Scusorgiu significa il nascondiglio del tesoro. Il tesoro del presente si chiamano privacy e tranquillità!

-
Prenota on line

Le spiagge di Bari Sardo

La cittadina di Bari Sardo è un piccolo centro di circa 4000 abitanti, situato proprio nel cuore dell’Ogliastra, a poco più di 50 metri sopra il livello del mare, che deve il suo nome a Vittorio Emanuele II, che per non creare confusione con l’omonimo capoluogo pugliese aggiunse il suffisso Sardo alla cittadina di Barì. Tutto il territorio di Bari Sardo è molto ricco sia dal punto di vista faunistico che da quello dei paesaggi verdeggianti, ma la sua maggiore attrattiva arriva dalle splendide spiagge della sua costa, che si estende per una decina di chilometri.

Situate a poca distanza dal litorale della Marina di Cardedu, le spiagge di Bari Sardo hanno più volte ricevuto la tanto ambita Bandiera Blu, per via del mare cristallino e della pulizia generale che caratterizza la zona balneare. La prima spiaggia che si incontra è quella di Cea, che ha la caratteristica di presentare una sabbia sottile di colore bianco, circondata da una splendida scogliera di porfido rosso, e con un mare poco profondo dal colore azzurro intenso, che crea giochi di luce insoliti quando è colpito dai raggi solari.

I due tratti di scogliera adiacenti prendono il nome di Punta Niedda, che sovrasta la caletta omonima, e Punta su Mastixi, entrambe caratterizzate dalla presenza di rocce basaltiche, e dalle quali si può vedere tutta la costa, compresi i vicini monti di Baunei. Poco distante si trova una delle calette più amate dai turisti, chiamata S’Abba e s’Ulimu, in pratica un piccolo canyon di roccia basaltica, con una scogliera che nella parte nord presenta delle splendide piscine naturali.

Oltre la scogliera possiamo trovare la spiaggia più famosa e frequentata di Bari Sardo, la spiaggia della Torre di Barì, che deve il suo nome ad una torre di origine spagnola, che la divide quasi perfettamente in due parti. La parte a nord prende il nome di Mari de is Ominis, mentre la parte a sud viene chiamata Mari de is Femunas, e questo si deve al fatto che nei tempi andati la spiaggia era frequentata separatamente da uomini e donne.

Adiacente alla spiaggia della Torre di Barì si trova la spiaggia di Sa Marina, con il suo fondo sabbioso misto a ciottoli, e le sue acque che offrono giochi di colore straordinari per via dei sassi che ne ricoprono i fondali, seguita dalla spiaggia di Foxi, chiamata così perché nelle sue acque, durante l’inverno in caso di forti piogge, sfocia il vicino torrente Bau Enì, la cui foce è ricca di specie faunistiche come gli Aironi e le Folaghe.

Il tratto di costa di Bari Sardo si conclude con la spiaggia di Pranargia e Foddini, la più ampia del territorio, di solito poco affollata, e quindi perfetta per una giornata di relax al mare, senza dimenticare che quando è sferzata dal vento diventa la meta ideale per chi pratica il surf.

Per visitare le splendide spiagge di Bari Sardo non resta che prenotare un soggiorno presso il vicino Hotel resort a Cardedu.