Tanca De Su Scusorgiu significa il nascondiglio del tesoro. Il tesoro del presente si chiamano privacy e tranquillità!

-
Prenota on line

I siti archeologici in Ogliastra, tra nuraghi e pozzi sacri

L'Ogliastra è in grado di offrire tantissime attrattive naturalistiche, permettendo di visitare la zona costiera, in cui si alternano spiagge incantevoli, con, distante pochi chilometri, un'area in cui il clima cambia radicalmente, trovandosi ad altitudini superiori ai 1000 metri, racchiudendo in un breve spazio mete marittime come Cardedu e mete montanare come Villagrande Strisaili, separate dall'entroterra dove poter ammirare luoghi di interesse storico e culturale, tra i quali spiccano i complessi nuragici, disseminati lungo il territorio, alternandosi ad altri complessi di interesse archeologico come le domus de janas, i pozzi sacri e le tombe dei giganti.

Uno dei più grandi complessi è quello di S'Arcu 'e is Forros, situato nell'area della meta culturale Villagrande Strisaili, nella parte superiore dell'Ogliastra. Questo complesso rappresenta il punto più importante in Sardegna durante l'età del ferro, centro di scambi con gli altri popoli del mediterraneo, con un'imponente area che fungeva sia da villaggio che da santuario. Spostandosi lungo le pendici del Massiccio del Gennargentu, si raggiunge l'area di Gairo e Ulassai in cui si possono ammirare i nuraghi di Serbissi, S'Ulimu e Pranu, situati nell'area dei Tacchi dell'Ogliastra.

I complessi nuragici sono presenti anche avvicinandosi alle zone costiere, come nel caso del nuraghe di S'Ortali e su Monti di Tortolì, in un'area in cui sono state rinvenute anche diverse abitazioni dell'epoca nuragica, con diverse aree destinate alla coltivazione del grano, mentre a distanza di poche centinaia di metri dal sito si trovano una tomba dei giganti e una domus de janas.

La presenza dei complessi nuragici in Ogliastra è arricchita da altri elementi risalenti alle epoche del ferro, come nel caso dei pozzi sacri, destinati al culto dell'acqua, di cui è possibile ammirare una costruzione ancora in ottimo stato dalle parti di Cardedu. Il pozzo sacro Su Presoni, così denominato perché utilizzato anche come carcere in epoche successive, è stato favorito nella sua conservazione dalla fitta vegetazione che si estende nel territorio ogliastrino, mostrando ancora oggi la sua struttura integra e ornata da bassorilievi.

I siti archeologici presenti nell'Ogliastra conferiscono alla regione un maggior interesse, fornendo un'attrattiva per una vacanza di interesse storico e culturale, arricchita dalle bellezze naturalistiche delle vicine località come Cardedu, Lanusei e Villagrande Strisaili, che consentono di variare la visita in Ogliastra tra mare e montagna percorrendo pochissimi chilometri di distanza.

Alloggiando presso il nostro Resort a Cardedu, hai la possibilità di visitare i complessi nuragici dell'Ogliastra durante la tua vacanza.